AR e VR saranno i futuri protagonisti della rivoluzione tecnologica nel Retail?

News

Come fare a rimanere i numeri uno nel mercato? Provando ogni giorno a fare qualcosa di nuovo: un nuovo programma radiofonico, nuovi stili di produzione editoriale, scovando nuovi artisti, sviluppando progetti tecnologici innovativi. Faticoso, ma molto, molto divertente!

iconcategoria.png

News

AR e VR saranno i futuri protagonisti della rivoluzione tecnologica nel Retail?

Quali sono le potenzialità dell’Augmented e della Virtual Reality? Come possono arricchire l’esperienza In Store e quali sono i limiti nella loro gestione?
Mer, 14/09/2016 - 14:29
AR e VR saranno tra i futuri protagonisti della rivoluzione tecnologica nel Retail?
La realtà virtuale è una simulazione del mondo reale, prodotta con l’utilizzo di sistemi in grado di ricreare ambientazioni fotorealistiche. La potenza di questa tecnologia è che porta l’utente a immergersi in un contesto con il quale è possibile interagire, vivere esperienze e soprattutto, compiere scelte.

Da qui, il passo verso un utilizzo nel Retail è breve, dal momento che la simulazione di un’esperienza di shopping può far incontrare cliente e prodotto, nei casi in cui il reale contatto sarebbe stato impossibile. Pensiamo a un concessionario di automobili che mostra l’ultimo modello di supercar, in arrivo ma non ancora disponibile in esposizione.
Oppure un negozio di mobili che può integrare l’immagine di un determinato divano in una simulazione di soggiorno, magari elaborata sulla base delle preferenze del potenziale cliente. In sostanza, la Virtual Reality rende “possibile” e “vicino” uno scenario che il Retailer non potrebbe offrire altrimenti. Le principali criticità? Per far vivere un’esperienza unica e personale a un utente, è necessario dotarlo di sistemi particolari, come avanzati visori che devono essere indossati, nonostante siano ingombranti e non ancora percepiti come strumenti di uso comune.

Diverso il caso dell’AR, Augmented Reality. Ancora una volta, l’obiettivo è dare a un cliente qualcosa che il mondo reale non può offrire nell’immediato. Questa volta però, la tecnologia non interviene per costruire da zero uno scenario: la realtà aumentata consiste in un arricchimento, un’aggiunta virtuale e realistica, perfettamente integrata alla realtà. L’evoluzione dei Magic Mirror va in questa direzione, permettendo al cliente di valutare un outfit o una prova Make-up, in pochi istanti. La forza della AR è nel mix tra realtà e contenuto virtuale, conservando la riconoscibilità di un ambiente esistente e mettendola alla prova con un elemento di novità, di natura digitale.

In entrambi i casi, ci troviamo davanti a tecnologie che certamente verranno sfruttate in un futuro prossimo e che iniziano già ad entrare in alcuni store. Se da un lato la VR regala scenari incredibili e coinvolgenti, dall’altro, costringe all’utilizzo di device piuttosto scomodi. La AR invece, sembra essere una soluzione più dinamica e di facile applicazione, che resta anche molto performante per un utilizzo fuori dal negozio! Basti pensare a un ambiente domestico, conosciuto, arricchito con mobili visti in negozio e poi “portati in casa virtualmente”.

È difficile immaginare un modo più efficace per aiutare il cliente a fare le sue scelte e trovare il prodotto che stava cercando!

Archivio

Categorie