Internet Of Things: Cos’è e come rivoluzionerà il modo di fare shopping

News

Come fare a rimanere i numeri uno nel mercato? Provando ogni giorno a fare qualcosa di nuovo: un nuovo programma radiofonico, nuovi stili di produzione editoriale, scovando nuovi artisti, sviluppando progetti tecnologici innovativi. Faticoso, ma molto, molto divertente!

iconcategoria.png

News

Internet Of Things: Cos’è e come rivoluzionerà il modo di fare shopping

Confermato come uno dei trend da tenere d’occhio per il 2016, porterà una ventata di innovazione nei negozi… a vantaggio di visitatori e retailer!
Mer, 20/01/2016 - 22:47
Internet of Things, In Store Entertainment, Radio In Store, Retail Technology, 2016 Trends, Tailoradio
Tradotto letteralmente, possiamo parlare di “Internet delle cose”, un’evoluzione dell’uso della Rete che va vista come un’occasione da cogliere per fare un grande passo avanti in tanti settori, da quello della tecnologia per uso domestico ai negozi, fino al settore medico. Il concetto è semplice, come spesso accade nei casi delle grandi rivoluzioni: gli oggetti acquisiscono “intelligenza”, grazie alla possibilità di comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri device, arrivando a una connessione costante e dinamica con molteplici risvolti positivi sia sul lato utente che di gestione di uno spazio aperto al pubblico. Nel caso dei negozi, l’Internet of Things è la chiave per arricchire la shopping experience e rendere vivo lo store, pronto a sorprendere i visitatori e guidarne in modo smart gli acquisti. Tutti pensano all’utilizzo dei cellulari e del proximity marketing, ma anche ai sistemi POS da mobile, per evitare fastidiose code e perdite di tempo. Tutto vero, ma i dati che possono essere aggregati all’interno di un negozio, permettono di costruire un’immagine dettagliata del cliente tipo, le abitudini di acquisto, gli orari con maggiori flussi e il tasso di conversione in vendite di prodotti. Pensiamo ad esempio a quanto possa aggiungere alla gestione di un negozio, la perfetta comunicazione tra video, radio, profumazioni, illuminazione, proximity marketing, dati sull’affluenza e informazioni su pagamenti e vendite… Tutto si muoverebbe verso una performance di negozio ai massimi livelli, con commessi aggiornati in tempo reale sui bisogni dei visitatori e zone di negozio da seguire con particolare attenzione, clienti sempre più aiutati nel trovare il prodotto più adatto, con una assistenza dedicata e digitale, dal momento che lo store è in grado di modularsi per parlare alle esigenze del singolo utente. Per dare un ordine di grandezza, uno studio firmato McKinsey stima l’impatto economico dell’IOT in almeno 410 miliardi entro l’anno 2025. La strada della real-time shopping analysis e della customizzazione delle offerte sul bisogno del singolo utente, in un dato momento, si conferma come un realtà sulla quale puntare per il futuro. In una semplice formula possiamo dire che Internet of Things, insieme a sistemi per la multisensorialità in store come mediaSync, portano a un risultato di sicuro impatto emozionale… e di vendita.

Archivio

Categorie