Cosa definisce una shopping experience vincente? L’impatto emotivo sui visitatori!

News

Come fare a rimanere i numeri uno nel mercato? Provando ogni giorno a fare qualcosa di nuovo: un nuovo programma radiofonico, nuovi stili di produzione editoriale, scovando nuovi artisti, sviluppando progetti tecnologici innovativi. Faticoso, ma molto, molto divertente!

iconcategoria.png

News

Cosa definisce una shopping experience vincente? L’impatto emotivo sui visitatori!

La fidelizzazione è uno dei principali obiettivi del Retail e per costruire un rapporto solido tra brand e utente, l’aspetto emozionale è fondamentale! Come ottenerlo?
Mer, 09/01/2019 - 12:16
La fidelizzazione è uno dei principali obiettivi del retail e per costruire un rapporto solido tra brand e utente, l’aspetto emozionale è fondamentale! Come ottenerlo?
La base di partenza per un’analisi degli aspetti cognitivi che regolano la fase di acquisto nei negozi, è il riconoscimento di 2 tipologie di pensiero: razionale e intuitivo. Se il primo si attiva in casi di operazioni complesse, con elevato consumo di energie, il secondo opera in fretta, inconsciamente e spesso è a capo delle nostre decisioni quotidiane.
 
È qui, in questo nostro lato immediato e impulsivo che prendono vita le emozioni. Per completare il quadro, il modello limbico aiuta a suddividere gli orizzonti emozionali in 3 sistemi che influenzano il nostro comportamento, anche in negozio! Esistono meccanismi che puntano alla stimolazione, alla ricerca di novità, altri che si focalizzano sulle performance e altri ancora che puntano a mantenere un equilibrio, contenendo i rischi. In ogni individuo convivono questi 3 aspetti, pur avendone uno dominante rispetto agli altri: ad esempio, se il driver è la novità, saremo attratti da prodotti per la prima volta disponibili in negozio, se invece preferiamo il controllo, sceglieremo sulla base di recensioni o esperienze dirette.

Di fatto, ogni elemento in gioco ha impatto sulle scelte dei clienti, ma anche sulla modalità di comunicazione più adatta a creare un legame con i visitatori e scatenare il tanto desiderato effetto WOW. Il punto di partenza per mettere in pratica questi modelli, è certamente la raccolta di dati in store: analisi biometrica, traffico e comportamento all’interno del punto vendita, ma anche abitudini di acquisto e ogni aspetto che ci permetta di conoscere al meglio il target. Possiamo poi convertire queste informazioni, sfruttando tecnologie progettate per ottimizzare l’esperienza nei negozi, modulando diversi scenari in store sulla base della tipologia di visitatore riconosciuto.
Per questo Tailoradio ha creduto da subito nell’integrazione di soluzioni come People Counting, Heatmap e Facial Recognition, per “dirigere” lo show multisensoriale (qualche esempio?) che il nostro sistema mediaSync è in grado di rendere realtà!

Radio In Store e Digital Signage evoluti, con contenuti dinamici che si adattano ai visitatori, parlano direttamente al loro modo di essere, rinforzando il messaggio con luci e profumazioni dedicate. Tanti elementi calibrati, pronti a trasmettere qualità in modo semplice ed immediato. Un canale perfetto per sintonizzarsi con l’emotività dei visitatori, per stupire, divertire o in altri casi commuovere. Ogni emozione può essere un luogo adatto alla comunicazione del brand, se compreso e sapientemente indotto.

Il nostro lavoro è proprio questo: dimostrare che la tecnologia ha molto a che fare con il cuore, i sentimenti dei clienti. E la complessità delle teorie o la vastità dei dati, si caricano di un significato autentico quando prendono la forma di un’esperienza in negozio, immersiva, adatta all’utente e all’istante che sta vivendo.

Archivio

Categorie